NapoliSocial

NapoliSocial

Made in Sud, un anno dalla morte di Massimo Borrelli: "Sei sempre nel mio cuore"

L'intervista di NapoliToday a Giuseppe Laurato, storico protagonista con Massimo Borrelli dei "Due x Duo"

Laurato e Borrelli

"Buongiorno Massimo, nun t’ voglio fa na cap’ e chiacchiere… se volessi partire dal nostro primo incontro, cioè dal ‘99, non finirei più di scrivere. Resta tutto dentro di me, la grandezza e l’intensità di questi anni, le litigate e le risate". Con queste parole, pubblicate su Facebook il 10 maggio scorso, Giuseppe Laurato ha salutato per sempre il suo grande amico e compagno di sketch Massimo Borrelli, scomparso dopo aver lottato contro un tumore. Amici nella vita oltre che colleghi, i due artisti napoletani erano tra i protagonisti, con il duetto “Due x Duo”, della trasmissione Made in Sud sin dalla sua prima edizione. Facevano coppia dal 1999 dividendosi tra cabaret, teatro e televisione. Prima di approdare su Rai 2, sono stati protagonisti nel 2009 con "Questa l’ha scritta lui” a Colorado Cafè. Nel 2008 hanno ottenuto il “Premio Reggio Calabria” alla finalissima di “Bravo Grazie” su RaiDue. Nel 2007 si sono aggiudicati il concorso per miglior attore comico del “Premio Massimo Troisi”, raccogliendo l’unanimità tra i giurati e ampi consensi tra il pubblico. Nel 2006 hanno ricevuto il Premio della Critica alla X edizione del Festival di Martina Franca con queste motivazioni: “La giuria affida il premio della critica ai "Due x Duo" per la carica umoristica e la professionalità dimostrata”. A consacrare la loro carriera è stato il programma Made in Sud.

Napolitoday ha chiesto a Giuseppe Laurato come è stato ritornare sul palcoscenico senza Massimo e quali sono i suoi progetti per il futuro.

Il 9 maggio scorso hai subito una perdita importante. Com’è stato ritornare sul palco di Made in Sud senza Massimo?

“Devastante … ma bisogna affrontare la realtà e quello che la vita di dà. Riassumo tutto nel dirvi che sono ritornato sul palco di Made in Sud con Massimo non più accanto a me ma nel mio cuore perchè ci sarà per sempre. Ringrazio Dio di avermi fatto vivere 17 anni della mia vita accanto ad una magnifica persona ed un grande uomo”.

Quali sono gli aneddoti più divertenti vissuti con Massimo che ricordi?

“Abbiamo tanti aneddoti ma uno in particolare che vi voglio raccontare è la nascita di “questa l’ha scritta lui!”. Sul palco del TAM Teatro Amedeo, nel lontano 2007, dove ancora oggi si svolgono le prove di Made in Sud, eravamo i protagonisti del laboratorio Zelig. Iniziammo a provare gli sketch a ripetizione per avere repertorio per poi affrontare una stagione televisiva, infatti l’anno dopo non andammo a Zelig ma a Colorado su Italia 1 ma dopo il quarto, quinto sketch scritto e provato la memoria andò in confusione, e mischiammo gli sketch. Da tre minuti arrivammo a dieci minuti, ed iniziammo a darci la colpa a vicenda di questa serie di errore fino a quando venne fuori una battuta che il pubblico non apprezzo ed io rivolgendomi al pubblico dissi: perdonatemi questa l’ha scritta lui, io non volevo nemmeno farla! Da quel giorno si rafforzò comicamente lo sketch dei poliziotti con l’introduzione di ‘Questa l’ha scritta lui’ ”.

Qual è stato, secondo te, il motivo del grande successo dei “Due x Duo”?

“Grande successo?!? Diciamo che ci siamo affermati nel panorama del cabaret napoletano. I motivi sono vari: tanto lavoro, credere nelle proprie potenzialità e soprattutto abbiamo mantenuto sempre viva la passione, perché il talento da solo non basta. I Due per Duo avevano uno stile tutto loro, non eravamo la classica spalla-comico, ma i ruoli cambiavano nel susseguirsi delle battute”. Il 15 aprile abbiamo ricordato il grande Totò a 50 anni dalla sua morte. Perché secondo te la sua comicità è stata “rivoluzionaria”? “Totò era ed è ancora un genio della comicità. Era innovativo, ancora oggi si scoprono meccanismi, battute, tormentoni, giochi di parole e tanto altro che a quell’epoca sono sfuggite per il troppo ridere. La sua comicità credo che sia stata rivoluzionaria per la semplicità con la quale si rivolgeva al pubblico”.

Made in Sud ha un personal trainer un po’ particolare. Quali sono i segreti per rimanere in forma secondo “Peppe Step”?

“Secondo Peppe Step per rimanere in forma e mi riferisco alla mia forma … bisogna sempre tenere in allenamento i muscoli facciali: mangiare, mangiare e mangiare!!! Destra, sinistra, insieme … insieme …". 

Hai qualche nuovo progetto per il futuro?

“La mia nuova vita artistica la sto progettando piano, piano … passo dopo passo. Per il prossimo futuro, voglio terminare questa edizione di Made in Sud con il nuovo personaggio di Peppe Step e divertirmi insieme al pubblico nel tour estivo con il mio nuovo spettacolo”.

NapoliSocial

Seguiti, condivisi, popolari, partenopei. Sono i protagonisti di Napolisocial, lo sguardo di NapoliToday sui personaggi più attivi sui social network



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento