NapoliSocial

NapoliSocial

Diete lampo, la dott.ssa de Leo: "Eliminare i carboidrati è un grosso errore"

L'estate è alle porte e con lei torna anche l'incubo della prova costume. Molti ricorrono a diete veloci ma scorrette per ritornare in forma nel minor tempo possibile. L'intervista di NapoliToday alla biologa e nutrizionista Giovanna de Leo

Giovanna de Leo

Le giornate sono diventate più lunghe e le temperature più piacevoli. Sono ricominciati gli aperitivi in riva al mare. Costumi e capi colorati hanno invaso le vetrine dei negozi. Le palestre si sono improvvisamente ripopolate. Non c’è alcun dubbio... l’estate è alle porte, e con lei torna anche l’incubo della prova costume. Giovani, meno giovani, mamme, papà, maschi e femmine di tutte le età, l’ansia di non riuscire ad arrivare in gran forma sulle spiagge non risparmia nessuno. C’è chi, prima dello scoppio della bella stagione, e soprattutto dopo la grande abbuffata di Pasqua, cerca di ritornare sulla “retta via” rinunciando a qualche cena fuori o a qualche aperitivo con gli amici. C’è chi si affida alla nutrizionista di fiducia, e chi, invece, preferisce, far da sé o affidarsi a qualche dieta lampo trovata su Internet. Ma quanto sono affidabili effettivamente queste diete? Esiste un modo per dimagrire velocemente e senza fare troppe rinunce? NapoliToday lo ha chiesto alla dott.ssa, biologa e nutrizionista, Giovanna de Leo.

L’estate è alle porte e la prova costume si avvicina. Molti decidono di fare ricorso alle diete lampo. Quali sono i rischi?

“Le diete lampo sono molto pericolose perché potrebbero recare seri danni alla salute, sia fisica che mentale. Spesso, per ottenere il massimo risultato nel minor tempo possibile, si ricorre ad un’alimentazione fortemente sbilanciata e monotona, che comporta carenze di vitamine, minerali e macro-nutrienti fondamentali per il corretto e ottimale funzionamento dell’organismo. Inoltre, il dimagrimento troppo repentino rallenta il metabolismo per cui i chili persi si recupereranno in pochissimo tempo e si potrebbe andare incontro alla cosiddetta “sindrome yo-yo”. Le diete lampo, infine, possono essere anche causa di comparsa di disturbi del comportamento alimentare, in particolare negli adolescenti, oltre che causa di aumento di irascibilità, nervosismo, mancanza di concentrazione e, conseguente calo della performance quotidiana. Per questi e altri motivi è consigliabile sempre affidarsi a un professionista della nutrizione”.

Secondo una recente indagine realizzata da AC Nielsen, quasi la metà degli italiani sarebbe a dieta, eppure la percentuale che ottiene realmente dei risultati è inferiore al 9%. Perché secondo lei? Quali sono gli errori più comuni?

“Sicuramente l’errore più comune è quello di “demonizzare” i carboidrati complessi (ad esempio pasta o riso). Infatti, si pensa che la giusta dieta sia quella in cui questi macronutrienti non siano presenti. Ma non è assolutamente cosi! Al contrario, diete del genere sono controproducenti, causando forti stress psico-fisici. Un esempio su tutti: una dieta iper-proteica può risultare dannosa per i reni, con possibilità di coliche. Altro errore comune è quello di volere “tutto e subito”, cioè perdere peso in pochissimo tempo. Il dimagrimento per essere reale e duraturo nel tempo deve essere lento, costante e basato su un’alimentazione sana ed equilibrata”.

Ci può dare qualche suggerimento per perdere peso in maniera sana? Quali sono gli alimenti da preferire specialmente in estate?

“Innanzitutto, bisogna fare 5 pasti al giorno: colazione, spuntino, pranzo, spuntino e cena. Durante l’arco della giornata devono essere presenti tutti i macro e micro nutrienti nelle giuste quantità: carboidrati complessi, proteine, grassi, sali minerali e vitamine, oltre che fibre e acqua. La dieta deve essere varia e colorata. In estate bisogna idratarsi continuamente, quindi, non devono mai mancare frutta e verdura cruda. Ma attenzione a non esagerare: anche troppa frutta potrebbe risultare dannosa”.

Quanto è importante abbinare una corretta alimentazione all’attività fisica?

“Corretta alimentazione e attività fisica sono alla base di uno stile di vita ottimale. Quindi, l’abbinamento è di fondamentale importanza”.

Cosa bisogna mangiare prima e dopo l’allenamento?

“Non si può fare un discorso generico, perché il fabbisogno nutrizionale varia in funzione del tipo di allenamento e del soggetto. In genere, un organismo sano, prima e/o dopo l’allenamento, ha bisogno di assumere tutti i macro e micro nutrienti: proteine, carboidrati (preferibilmente a basso indice glicemico) e grassi “buoni” (ovviamente nelle giuste quantità), oltre che sali minerali, vitamine e fibre. Alla fine dell’allenamento è necessaria una buona idratazione per recuperare vitamine, sali minerali e acqua persi attraverso la sudorazione”.

Cosa ne pensa della dieta detox? Ultimamente sono di gran moda tra coloro che vogliono perdere peso e depurare l’organismo.

“Ogni individuo è diverso dall’altro, ogni organismo ha esigenze diverse, per cui è necessario sempre seguire una dieta personalizzata in base al tipo di organismo. Seguire una moda, come in questo caso, può essere solo controproducente. Chi vuole raggiungere un peso forma in maniera sana lo deve fare seguendo una corretta alimentazione. Una dieta personalizzata, inoltre, non solo permette di raggiungere il giusto peso ma aiuta anche a risolvere diverse patologie molto comuni come il reflusso gastro-esofageo, emicranie, meteorismo, stitichezza, disturbi intestinali, mal di schiena, problemi di pelle, allergie e intolleranze, ecc”.

Ci può svelare qualche trucco per rendere i piatti più sani ma nello stesso tempo appetitosi?

“Ai miei pazienti suggerisco sempre di utilizzare spezie ed erbe. Ad esempio: timo, salvia, alloro, anice, chiodo di garofalo, zenzero, curcuma, zafferano, ecc. Queste spezie, oltre ad insaporire i cibi, apportano anche grandi benefici all’organismo”.

Qualche consiglio per non rinunciare ai pasti consumati in spiaggia e agli aperitivi con gli amici. Si può stare in compagnia senza rinunciare alla forma fisica?

“Assolutamente si. Anzi, la convivialità è alla base della nuova piramide alimentare. In spiaggia si potrebbe portare una comoda e completa insalata di riso. Riso (magari basmati), tonno sgocciolato, pomodori, basilico ed olio extravergine d’oliva è il piatto estivo ideale: fresco e nutriente. L’aperitivo, invece, potrebbe consistere in una spremuta d’arancia e una bruschetta con pomodorini”.

Per un un’abbronzatura ottimale quali sono gli alimenti da preferire?

“Più che alimenti direi i colori degli alimenti da preferire: giallo, arancio e rosso. Tutti gli alimenti colorati, come carote, zucca, ecc sono ricchi di sostanze che stimolano la produzione di melatonina. Quindi, frutta, verdura e ortaggi crudi non devono mai mancare nell’alimentazione quotidiana per avere un’abbronzatura perfetta!”.

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino: come difendersi e cosa fare in caso di morso

  • Cardarelli: presto visite ed esami si prenoteranno nella farmacia vicino casa

  • Come eliminare la puzza dal tuo bidone della spazzatura

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 15 al 19 luglio 2019

  • Dramma in via Marina, scooter contro auto: muore 26enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento