NapoliSocial

NapoliSocial

Dieta in menopausa, i 10 consigli della nutrizionista

"Bisogna consumare alimenti ricchi in calcio e vitamina D per prevenire l’osteoporosi e prediligere il consumo di legumi, cereali e pseudocereali". L'intervista di Napolitoday alla Dott.ssa Daniela Vitiello

Dott.ssa Daniela Vitiello

La menopausa, cioè l’assenza di mestruazioni, è una fase fisiologica nella vita di una donna ed avviene, generalmente, intorno ai 45/50 anni. Nell’organismo si verificano alcuni cambiamenti che si manifestano in maniera diversa da donna a donna. I sintomi più diffusi, come le vampate di calore, la sudorazione, l’irritabilità e l’insonnia, possono creare, talvolta, non pochi disagi nella vita quotidiana. Questi sintomi sono determinati dagli estrogeni (i principali ormoni varici femminili) che diminuiscono fino a scomparire nel periodo della menopausa, determinando, in alcuni casi, anche l’aumento del rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari, l’aumento della pressione arteriosa e la comparsa dell’osteoporosi che rende le ossa più fragili. Con l’arrivo della menopausa, inoltre, il metabolismo rallenta e, insieme alla diminuzione dell’attività fisica, può essere determinante per l’aumento di peso. Allora cosa fare per contrastare questi “effettti collaterali” e vivere questo “momento” con maggior serenità? E' necessario, prima di tutto, seguire una corretta alimentazione.

Ecco i consigli della Dott.ssa, biologa nutrizionista, Daniela Vitiello

1. Consumare alimenti ricchi in calcio e vitamina D per prevenire l’osteoporosi. Il contenuto di calcio biodisponibile è presente nelle fonti vegetali, come legumi, verdure a foglia verde e frutta secca. A tal proposito vorrei sfatare un falso mito del latte come fonte di calcio. E’ vero che è presente ma non è biodisponibile, perché è racchiuso nelle micelle di caseine. La vitamina D è contenuta nel pesce e uova oppure si sintetizza dall’esposizione solare.

2. Prediligere il consumo di legumi, cereali e pseudocereali

3. Limitare i grassi soprattutto di origine animale, di bevande ed alimenti ricchi di zuccheri

4. Consumare adeguate porzioni di frutta e verdura, per ridurre le vampate data la presenza degli antiossidanti e favorire il transito intestinale

5. Ridurre il consumo di zuccheri semplici preferendo carboidrati complessi 

6. Preferire grassi di origine vegetale come olio e frutta secca, ricchi in Omega 3

7. Seguire la stagionalità dei prodotti vegetali, variando spesso la qualità dei cibi e la modalità di cottura

8. Limitare l’uso del sale a favore di spezie aromatiche

9. Bere costantemente nell’arco della giornata

10. Fare attività fisica

In ultimo, è necessario consigliare integratori?

Dipende dalla persona e dalla carenza che ha. C’è chi deve integrare con il calcio e la vitamina D, chi di omega 3 e altri ancora con amminoacidi essenziali. E’ tutto molto soggettivo e da contestualizzare. Sarebbe meglio iniziare ad adottare uno stile di vita più salutare molto prima del sopraggiungere della menopausa, cosicchè da ridurne gli effetti collaterali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Incidente sull'Asse Perimetrale, muore un giovane in scooter

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

Torna su
NapoliToday è in caricamento