NapoliSocial

NapoliSocial

"Ho perso 50 kg in un anno mangiando pizza tutti i giorni"

Pasquale Cozzolino, chef napoletano di stanza a New York ed inventore della 'Pizza Diet', racconta la sua storia al quotidiano argentino 'El Clarin'

"Ho perso 50 kg mangiando in poco più di un anno mangiando pizza tutti i giorni". A raccontare la sua storia, al quotidiano argentino Clarin, è Pasquale Cozzolino, lo chef napoletano di stanza a New York ed inventore della "Pizza Diet".

"Quando sono arrivato negli Stati Uniti ho iniziato a mangiare cibo locale: hamburger, patate fritte e bibite gassate. Il mio stomaco, in breve tempo, si è dilatato. Arrivato a 175 kg il medico mi ha detto che rischiavo l'infarto. Una volta tornato a Napoli andai da un nutrizionista, che lavorava con una squadra di calcio, perchè mi desse una base scientifica. E mi preparò una dieta con quello che mangiavo prima: tazza di cereali con latte scremato e frutti freschi a colazione, pizza a pranzo e la sera cena basata sulla cucina mediterranea, come carne magra, pesce, legumi e verdure", spiega Cozzolino, diventato una vera e propria star negli Usa e nel Mondo, anche grazie ai social. Il suo libro, poi, in pochi mesi, ha venduto circa 65 mila copie.

"Una pizza con acqua, farina, sale, pomodoro e mozzarella di buona qualità, senza grassi aggiunti, conta 570 calorie. E va mangiata a pranzo: ci vogliono, infatti, 12 ore per digerire completamente i carboidrati. E' vero che ti senti pieno tutto il giorno e quando ti alzi la mattina non c'è nulla di più stimolante che sapere che ti aspetta ancora un'altra pizza!", conclude lo chef partenopeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel calcio a 5 napoletano, si è spento l'ex portiere della Nazionale Antonio Capuozzo

  • Madre e figlia dormono in auto, l'appello: "Non hanno più soldi. Sono da mesi in queste condizioni"

  • Scontro treni Metro Linea 1, feriti trasportati in ospedale

  • Lutto a Pianura: si è spento il poliziotto Gaetano Senarcia

  • Lutto nel mondo alberghiero, si è spenta Emma Naldi

  • Le imprese cercano 31mila dipendenti in provincia di Napoli, ma non riescono a trovarli

Torna su
NapoliToday è in caricamento