Sapete perché si dice “Và te cocca”?

L’espressione napoletana viene utilizzata per invitare qualcuno a togliersi di torno, ad andar via, a sparire per non importunarci o tediarci

Perchè si dice “Và te cocca”? A spiegarcelo è il libro "Come se penza a NNapule. 2500 modi di dire napoletani", commentati da Raffaele Bracale e a cura di Amedeo Colella.

Letteralmente significa “và a coricarti”. Altro modo di invitare qualcuno a togliersi di torno, ad andar via, a sparire per non importunarci o tediarci. Qui, con modi più contenuti e gentili rispetto a quelli precedenti, lo si vuol convincere a liberarci della sua presenza, andandosene a dormire. Talvolta, però, atteso che per coricarsi occorre stendersi su di un letto, con la locuzione in epigrafe si adombra il nascosto, cattivo, se non pessimo desiderio che il soggetto contro cui è rivolta, debba giacere definitivamente disteso, cioè debba mancare, andarsene, scomparire, trapassare, perire, estinguersi, spegnersi, decedere passando nel numero dei più e liberandoci per sempre della sua gradita presenza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Folle fuga in tangenziale dopo aver rubato un'auto: travolgono le auto incolonnate nel traffico

Torna su
NapoliToday è in caricamento