L'Oro di Napoli

L'Oro di Napoli

I 5 migliori ristoranti napoletani dove mangiare il Baccalà

Da Baccalaria a BiancoBaccalà, dall'800Borbonico alla Locanda Nonna Rosa, ecco un elenco di indirizzi dove gustare squisiti piatti tradizionali e gourmet, a base di baccalà

Baccalaria

Durante queste feste natalizie lo abbiamo gustato fritto insieme al suo “compare” capitone. Ma sono tanti i modi in cui i napoletani cucinano il baccalà: all’insalata, con il pomodorino, con le patate, in pastella. Può sembrare strano che in una città di mare si faccia uso del pesce conservato, ma il baccalà è sempre stato molto apprezzato dal palato dei napoletani. Fu importato per la prima volta nella penisola nel periodo delle Repubbliche Marinare grazie ai collegamenti dei nostri mercanti con i mercati del nord: il merluzzo veniva trasformato in baccalà dai pescatori sui battelli. A Napoli iniziò a diffondersi agli inizi del 1500. In quel periodo era considerato una “pietanza per poveri” e nella città partenopea se ne consumava tanto non solo per il suo costo contenuto, ma anche perché, con la Controriforma, la Chiesa aveva proibito il consumo di carne nei giorni comandati, determinando un aumento della domanda di pesce che i soli prodotti ittici locali non riuscivano a soddisfare. Così, per rispondere alla elevata domanda di pesce, si cominciarono a importare grosse quantità di baccalà, alimento molto saziante, economico e facile da conservare. Oggi tutte le più grandi aziende italiane di importazione e di conservazione di questo pesce si trovano in Campania, molte alle pendici del Vesuvio (Somma Vesuviana). Sono tanti, infatti, i ristoranti campani, in particolari napoletani e sommesi, famosi per i loro deliziosi piatti tradizionali e gourmet a base di baccalà. Napolitoday ne ha selezionati 5.

Baccalaria

Se si vuol mangiare un baccalà cucinato ad arte non si può non far tappa da Baccalaria. Una graziosissima osteria in stile marinaresco, situata nel centro storico, a pochi passi da Piazza Bovio. Qui si possono degustare tutti i piatti della tradizione a base di baccalà insieme a una serie di proposte innovative. Il menù è vario e fantasioso. Dal baccalà fritto alla minestra marinata di stocco, dalle polpette al baccalà alla napoletana, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Tra i piatti consigliati c’è la parmigiana di baccalà, il panaro di Baccalaria (polpette di baccalà con parmigiano e frutta secca accompagnate con soffritto di baccalà) e, naturalmente, il baccalà fritto. Ottimi anche i dolci, e molto ampia la selezione di vini.

Indirizzo: Piazza di Porto, 4 (Napoli)

Baccalaria-5

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Lutto nel mondo della medicina napoletana, muore improvvisamente Paolo Mercogliano

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

Torna su
NapoliToday è in caricamento