L'Oro di Napoli

L'Oro di Napoli

I 5 musei “insoliti” di Napoli da visitare gratuitamente a Natale

Un viaggio alla scoperta del patrimonio storico e scientifico della città grazie a un'iniziativa del Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche

Museo Zoologico di Napoli

Una buona occasione per conoscere e visitare i musei "insoliti" della città di Napoli. Grazie all’iniziativa del Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche - polo scientifico e culturale dell'Università degli Studi di Napoli Federico II fondato nel 1992 - si potranno visitare gratuitamente, durante le vacanze natalizie, i cinque musei scientifici del Centro: il Real Museo Mineralogico, il Museo Zoologico, il Museo di Antropologia, il Museo di Fisica e il Museo di Paleontologia. I primi quattro sono ubicati nel Complesso del San Salvatore (nell'antico Collegio dei Gesuiti), in via Mezzocannone 8, un indirizzo noto ai centinaia di studenti che ogni giorno si muovono tra le aule e i cortili di questa splendida struttura per seguire corsi, esami e seminari. Il Museo di Paleontologia si trova, invece, nello splendido Complesso di San Marcellino e Festo, in via Largo S. Marcellino 10. Grazie alla collaborazione con l’Associazione Naturalia, nelle giornate del 21, 22 e 23 dicembre, dalle ore 9.30 alle 13.30, si organizzeranno anche attività ludico-didattiche rivolte ai bambini dai 6 ai 10 anni, che prevederanno visite guidate e laboratori nei cinque musei del Centro e avranno come filo conduttore il Natale.

L’accesso gratuito ai Musei è previsto nei giorni:

sabato 16; 30 novembre; sabato 14, 21 e 28 dicembre

domenica 24 novembre; domenica 8 e 22 dicembre

Orari: 10.00-13.50

Ecco i Musei nel dettaglio:

Real Museo Mineralogico

Situato nella splendida Biblioteca del Collegio Massimo dei Gesuiti, fu istituito nel 1801 da Ferdinando IV di Borbone come centro di ricerca scientifica finalizzata alla valorizzazione delle risorse minerarie del Regno di Napoli. Il Museo si estende su una superficie di circa 800 mq, costituita dal salone monumentale e dalle sale dedicate ad Arcangelo Scacchi e Antonio Parascandola. Custodisce circa 25000 reperti suddivisi in varie collezioni, tra queste ricordiamo la Grande Collezione del Real Museo, costituita da minerali rappresentativi di numerose realtà geologiche del mondo, la Collezione Grandi Cristalli che vanta cristalli di notevoli dimensioni e con forme perfette (fra tutti spicca la coppia di cristalli di quarzo ialino del Madagascar di 482 Kg, donata a Carlo III di Borbone nel 1740), la Collezione Vesuviana, unica nel suo genere sia per la rilevanza scientifica che per la rarità e bellezza di alcuni reperti, la Collezione dei Cristalli Artificiali composta da esemplari sintetizzati dallo scienziato Arcangelo Scacchi, la Collezione dei Minerali dei Tufi Campani, la Collezione delle Meteoriti e la Collezione degli Strumenti Scientifici. L’elevato valore storico e scientifico delle collezioni rende il Real Museo uno dei più importanti e conosciuti musei mineralogici al mondo.

Indirizzo: Via Mezzocannone, 8

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

museo mineralogico-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento