I media e Napoli

I media e Napoli

Cartello discriminatorio verso i napoletani, Esselunga: "Dipendente sospeso"

La società milanese, "dissociandosi completamente dalla grave azione", specifica che l'avviso era opera di un singolo dipendente, verso il quale sono immediatamente stati presi provvedimenti

L'avviso esposto

Ha suscitato molte polemiche la vicenda – raccontata in anteprima da NapoliToday – del cartello dai contenuti discriminatori apparso in un supermercato Esselunga in via Feltre a Milano. Un avviso interno visibile al pubblico in cui si mettevano in guardia gli operatori di cassa dai "famosi 'napoletani'". Di fatto, truffatori.

La stessa società milanese ha preso provvedimenti verso l'autore dell'avviso. "Siamo sinceramente rammaricati per quanto accaduto – spiega l'ufficio stampa di Esselunga – ci dissociamo completamente da questa grave azione, avvenuta in uno specifico negozio Esselunga su iniziativa di un singolo dipendente".

Il dipendente – sottolineano ancora da Esselunga – è stato "immediatamente sospeso dal servizio".