I media e Napoli

I media e Napoli

Polemiche per "Adrian": nella serie animata di Adriano Celentano la peggiore Napoli

La Napoli del 2068 viene rappresentata come una megalopoli tecnologica, sporca, cattiva, totalmente alla mercé della criminalità organizzata

Una Napoli distopica, in cui la corruzione – con cui solitamente l'immaginario cyberpunk caratterizza il futuro prossimo o remoto – non fa che evidenziare alcuni luoghi comuni solitamente attribuiti alla città: è lo scenario che, tra le polemiche, la serie tv "Adrian" di Adriano Celentano ha presentato ai suoi spettatori.

Napoli è una megalopoli tecnologica, sporca, cattiva, totalmente alla mercé della criminalità organizzata con tanto di grattacielo "Mafia International" nel centro cittadino.Insomma, come recita la serie: "Nel 2068 la città di Napoli sarà agghiacciante".

Non è il primo caso mediatico che scoppia sulla serie animata di Celentano. Già lo spot aveva generato polemiche, a causa di un volume più alto di 10 decibel (tanto, impossibile da non notare, troppo) rispetto alla media delle trasmissioni usuali.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Turisti, bagnanti e residenti: lo spettacolo del Lungomare in questo 25 aprile

  • Cronaca

    Venticinque aprile, le celebrazioni a Napoli: "Non possiamo rinnegare questa festa"

  • Incidenti stradali

    Schianto sulla statale trevigiana, tre feriti: uno è napoletano

  • Cronaca

    Agguato a imprenditore navale, in manette due napoletani

I più letti della settimana

  • Caterina Balivo posta una foto sul lungomare: insulti ai napoletani

  • Centri commerciali, apre la Birreria: l'inaugurazione/FOTO

  • "Potrei assumere subito 25 persone, ma non le trovo": l'appello dell'imprenditore napoletano

  • "De Laurentiis, firma e ti porto Messi": la provocazione del procuratore Sundas

  • Allerta Meteo, parchi chiusi a Napoli nel giorno di Pasquetta

  • Tragico schianto, muore una giovane ragazza napoletana

Torna su
NapoliToday è in caricamento