Gossip

Gossip

Maria Soledad e l'addio con Cavani, il retroscena: “Fece una cosa orribile...”

L'ex moglie dell'attaccante del Paris Saint Germain si è confessata in una lunga intervista al Mattino, questo a pochi giorni dall'aver ottenuto l'affidamento dei due bambini ed una buonuscita

Cavani con Bautista e Lucas

Il matrimonio tra Maria Soledad Cabris e l'ex bomber del Napoli Edinson Cavani è finito da tempo, eppure l'ufficialità è stata siglata solo pochi giorni fa. Quando al Palazzo di Giustizia di Napoli la donna ha ottenuto 25mila euro al mese per mantenere i figli, una buonuscita per sé e – per i bambini – l'intero patrimonio immobiliare che l'attaccante del Paris Saint Germain possiede in Uruguay.

Intervistata dal Mattino, la donna ha spiegato che è giunto per lei il momento di rifarsi una vita (“A Napoli, città irresistibile”), studiare economia aziendale (ha solo 29 anni), eventualmente incontrare qualcuno. Con l'ex marito Maria Soledad giudica “discreto” l'attuale stato del rapporto, ma alcune ferite non sono guarite: “Non mi fido di quell'uomo, vi fidereste di un marito che lascia la moglie a pochi giorni dal parto, dopo averla tradita, mandando le una mail, e per giunta il giorno di Natale?”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai bambini il papà manca, spiega Maria. “Il giudice ha stabilito che devono incontrarsi almeno una volta al mese”. Oggi sono a Parigi, ma con la mamma: Bautista e Lucas Cavani sono troppo piccoli per andare da soli (3 anni e mezzo il primo, 19 mesi il secondo).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento