Febbre a 91 (+ recupero)

Febbre a 91 (+ recupero)

Raul dove sei: eri tu il vero fenomeno della difesa azzurra...

Con l'addio dello spagnolo, il Napoli sembra aver smarrito quella solidità nel reparto arretrato che aveva acquisito nelle ultime stagioni

Albiol

Che l'addio di Raul Albiol non sarebbe stato del tutto indolore qualcuno in estate lo aveva sospettato. Il ritorno in patria del difensore spagnolo, che per ben 6 stagioni di fila ha guidato magistralmente la difesa del Napoli, ha creato non pochi problemi, nonostante l'arrivo di un sostituto all'altezza come Kostas Manolas.

L'impressione è che l'ex Real Madrid rappresentasse una vera e propria bussola per tutta la compagine azzurra e per l'intera retroguardia. Un leader tecnico, comportamentale e carismatico, non solo un difensore forte ed esperto.

Il segnale più tangibile dei riflessi dell'addio di Albiol può essere rappresentato dall'improvviso e repentino cambio di rendimento di Kalidou Koulibaly. Il centrale franco-senegalese sembra essersi smarrito senza quello che è stato il suo inseparabile compagno di reparto per 5 anni. 

Problemi fisici a parte, KK non è riuscito, sin dall'inizio di stagione, a caricarsi sulle spalle il peso di guidare la retroguardia partenopea, uno dei punti di forza negli anni passati. E continuando a subire così tanti gol, ben 34 in 23 partite, la strada verso l'Europa per gli azzurri si fa sempre più in salita. 

A Gattuso il compito di trovare una panacea a questa emorragia da reti, ma senza Albiol tutto sembra maledettamente più complicato. 

Febbre a 91 (+ recupero)

L'analisi del weekend calcistico e del momento del Napoli a bocce ferme, ma non troppo

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
NapoliToday è in caricamento