Oral cancer: dal 13 maggio al 14 giugno visite gratuite presso i dentisti ANDI

Con 9mila nuovi casi l'anno, il tumore del cavo orale è una delle neoplasie più diffuse. Come riconoscerla e qual è la prevenzione possibile

Con 9.000 nuovi casi all’anno il tumore del cavo orale è una delle neoplasie più diffuse in Italia. Per rilanciare la cultura della prevenzione e della diagnosi precoce anche a Napoli torna l’Oral Cancer Day. Giunta alla 13ma edizione, la manifestazione vedrà i dentisti aderenti all' ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani)  impegnati dal 13 maggio al 14 giugno in una campagna di informazione e sensibilizzazione: il carcinoma del cavo orale è infatti una patologia grave ma la diagnosi precoce consente cure efficaci, con un indice di remissione della malattia tra l’80 e il 90% , e garantisce una minore invasività degli interventi e un sensibile miglioramento della qualità della vita.

Dal 13 maggio al 14 giugno, i dentisti ANDI aderenti, saranno a disposizione dei cittadini, gratuitamente, per visite, informazioni e indicazioni. Per individuare lo studio ANDI più vicino e prenotare la visita clicca qui oppure telefona al numero verde 800 058 444

“Sottoporsi a un controllo eseguito da uno specialista - spiega la dott.ssa Giuliana Luciano, Presidente Andi Napoli - può salvare la vita. Bastano 5 minuti per fare un controllo e capire se una lesione debba considerarsi allarmante o meno”.

Nell'ambito delle iniziative organizzate per l'Oral cancer Day, il prossimo 24 maggio si terrà inoltre una giornata di alta formazione in collaborazione con le Università Federico II e Vanvitelli, il Cardarelli e l’Ordine dei Medici . I “dentisti sentinella” hanno infatti un ruolo essenziale per riconoscere i warning delle lesioni del cavo orale e indirizzare verso il centro specializzato più adeguato.

Fondamentali per la prevenzione una buona igiene del cavo orale e corretti stili di vita. Tra i primi fattori di rischio del tumore del cavo orale, infatti, ci sono

- fumo e alcol: la loro combinazione, in particolare, aumenta di ben 15 volte la probabilità di sviluppare la malattia. Il 90% dei soggetti affetti da carcinoma orale sono fumatori abituali.

- infezioni, specie quelle causate dal Papilloma Virus (HPV 16), che si può contrarre attraverso il sesso orale non protetto. Colpisce prevalentemente i giovani e attacca soprattutto l’orofaringe, le tonsille e la base della lingua.

-  dieta povera di frutta e verdura, che determina carenze vitaminiche importanti. L’alimentazione è senza dubbio uno dei fattori più importanti in grado di controllare l’insorgenza e lo sviluppo del tumore del cavo orale.

Attenzione anche all’eccessiva esposizione ai raggi solari che può essere responsabile di carcinomi alle labbra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento