Come trovare un pediatra a Napoli durante il lungo periodo festivo di aprile

Agli ambulatori ex-Guardie medica si affiancheranno per circa due settimane i centri CosPed voluti dalla Regione Campania per garantire la continuità dell'assistenza ed evitare inutili ingolfamenti dei posti di Pronto soccorso

Attivo da domani, 20 aprile, CosPed, il progetto voluto dalla Regione Campania per garantire l’assistenza pediatrica “di base” a partire dalla Pasqua e fino al primo maggio compreso.

Attraverso le Aziende Sanitarie Locali e con il supporto dei pediatri di libera scelta nel lungo periodo festivo periodo festivo (circa due settimane), a fianco degli ambulatori di Continuità Assistenziale (ex-Guardia Medica) già presenti sul territorio, si aggiunge l'attività di diversi ambulatori specialistici pediatrici.

In particolare, sul territorio dell’ASL Napoli 1 Centro, come comunica il commissario straordinario Ciro Verdoliva, sono quattro gli ambulatori pediatrici attivati ad hoc, dal 20 aprile al 1 maggio - ad esclusione dei giorni 23, 26 e 29 -  dalle 8.00 alle 20.00:

 Distretto Sanitario di Base 26 di Via Canonico Scherillo,

- Distretto Sanitario di Base 29 del Presidio San Gennaro in Via San Gennaro dei Poveri

- Distretto Sanitario di Base 32 in Via Fratelli Grumi

- Distretto Sanitario di Base 33 di Piazza Nazionale

Si punta, in questo modo, ad evitare inutili ingolfamenti dei presidi di Pronto soccorso dove, troppo spesso, nell'impossibilità di contattare il pediatra di riferimento, molti genitori portano i bimbi in presenza di sintomi come pochi decimi di febbre

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Morto durante il viaggio di nozze, la moglie: "Non inviate più soldi"

  • Dramma in vacanza a Mykonos, muore napoletano di 22 anni

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Tragedia all'isola d'Elba: napoletano trovato morto nella casa in cui era in vacanza

Torna su
NapoliToday è in caricamento