Universiade 2019: è di tre al giorno la media degli infortunati

I dati degli interventi degli esperti in ortopedia traumatologica e riabilitazione impegnati su 82 campi di gara e/o allenamento oltre che nella postazione della Stazione Marittima

Oltre la calciatrice messicana operata a Salerno la scorsa settimana, sono 13 gli atleti delle universiadi che si sono infortunati - durante le gare o gli allenamenti -  fino a sabato scorso: dunque una media di 3 al giorno.

Si tratta per lo più di distorsioni e contusioni, anche se non mancano alcune fratture, che però, fortunatamente, il pool di medici della Federico II guidato dal Prof. Carlo Ruosi  ha potuto risolvere senza ospedalizzazione.

Questi i referti:

  • frattura della clavicola: per n. 2 judoka
  • tendinite alla spalla: pallanuotista
  • lesione muscolare (durante il primo giorno di allenamento): cestista
  • distorsione della caviglia: per un ginnasta durante l'allenamento e per un altro durante la gara
  • distorsione del ginocchio: per un tennista, un pallavolista e un atleta
  • lussazione clavicola: judoka
  • grave contusione piede: taekwondo
  • infiammazione del tendine di Achille: atleta
  • ombalgia acuta: conseguenza di una caduta per un atleta del gruppo di arti marziali

Ogni giorno, inoltre,alla postazione di traumatologia e riabilitazione presso la Stazione marittima si rivolgono circa una decina di atleti di varie discipline sportive e nazionalità per interventi decontratturanti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Brusco calo termico anche al Sud, arriva il freddo invernale

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

Torna su
NapoliToday è in caricamento