Coronavirus e bambini: ecco come bloccare i contagi

L'appello dei medici ai cittadini: "venite a visita solo se realmente necessario e mai con sintomi influenzali"

Il Coronavirus a Napoli come nel resto d'Italia continua la sua offensiva ma, spiegano i medici della Società Italiana di Pediatria preventiva e sociale-SIPPS "se abbiamo le idee chiare su cosa fare e come gestire questa emergenza, la paura diminuirà".

La prevenzione Giuseppe Di Mauro, presidente Sipps, avverte che in particolare sono 3 le azioni da porre in essere:  

  • proteggere dall'infezione tutti gli operatori sanitari e parasanitari fornendo adeguati dispositivi medici (mascherine, visiera, camice monouso e guanti);
  • usare il telefono effettuando consulti telefonici, in modo da evitare ai piccoli soste nelle sale d'attesa spesso affollate 
  • definire percorsi preferenziali, magari attrezzando le tante strutture dismesse presenti nel nostro Paese, dove tenere in quarantena le persone infettate.

La situazione a Napoli   Gabriele Peperoni, vice presidente del Sumai Assoprof, sindacato unico di medicina Ambulatoriale Italiana e Professionalita' dell'Area Sanitaria, non usa mezzi termini: "la situazione è ad altissimo rischio, si sta giocando con il fuoco", spiega in una nota stampa dove precisa anche che gli ambulatori della Campania sono quasi tutti collocati in vecchi palazzi che non hanno le caratteristiche igienico-sanitarie che servirebbero a ridurre i problemi legati alla diffusione del Covid19.

"Siamo in prima linea - spiega  Peperoni - ma troppo spesso inermi contro questo nemico invisibile. Siamo come seduti su una bomba pronta ad esplodere. Siamo pronti a fare la nostra parte - aggiunge - ma non possiamo essere abbandonati al nostro destino. Ai rischi collegati a questa emergenza si aggiunge per tutti noi un doloroso senso di abbandono da parte delle Istituzioni Regionali".

L'appello Tra le iniziative da mettere in campo, Peperoni lancia un preciso appello ai cittadini/pazienti: "venite a visita solo se realmente necessario e mai con sintomi influenzali. Al momento è l'unico modo di evitare esposizioni pericolose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento