Area ex Nato di Poggioreale: è emergenza sanitaria e ambientale

Allo studio la possibilità di un pattugliamento della zona per evitare gli versamenti illeciti

Nell’area ex Nato a Poggioreale si sta verificando un grave problema di emergenza sanitaria ed ambientale: a lanciare l'allarme in Commissione Ambiente di Palazzo San Giacomo sono stati Roberta Giova e Flavio De Cicco, rispettivamente consigliere comunale e municipale del gruppo “La Citta”.

Foto 3 ex area Nato Poggioreale-2

"La situazione ha raggiunto un livello di gravità inaudita - ha spiegato la cosigliera Giova in un comunicato - e, di certo, non possiamo continuare ad accontentarci delle risposte vaghe di Palazzo San Giacomo che, di fatto, avrebbe tutti gli strumenti per poter intervenire. Presenteremo subito un esposto in Procura per fare piena luce sulla questione”.

Nella zona gli sversamenti illeciti sono evidenti: materiali di risulta, residui di pneumatici, liquami e rifiuti di ogni genere. Non mancano poi le tracce degli incendi recenti. Per quanto riguarda le possibilità di intervento, tuttavia, la questione - di cui la commissione Ambiente si è occupata più volte - è molto complessa: a meno che non sia la magistratura a chiedere un intervento per la bonifica, infatti - ha spiegato l'assessore all'ambiente Raffaele Del Giudice - non è possibile alcun intervento finché è in corso l'arbitrato per dirimere il contenzioso sorto tra il Comune e la società che, secondo un project financing del 2007, avrebbe dovuto completare il Centro Direzionale. Un intervento di bonifica, infatti, ha aggiunto Del Giudice, sostanzierebbe un indebito vantaggio economico per la società privata tenuta alla custodia e alla manutenzione dell’area.  

Foto 1 ex area Nato Poggioreale-2

Negli anni scorsi si era provato a richiedere l’installazione di telecamere di sorveglianza. Si sta valutando adesso, con il comandante della Polizia Locale, la possibilità di un pattugliamento della zona per evitare ulteriori sversamenti abusivi.

Dai consiglieri di Municipalità Carmine Stabile e Flavio De Cicco è stato quindi sollecitato lo spostamento della “centralina”, cioè l’area nella quale avviene il travaso dei rifiuti dai camion piccoli a quelli grandi di Asìa che aggiunge ulteriore degrado all'area: l’assessore Del Giudice ha assicurato che lo spostamento potrà avvenire in tempi brevi se la Municipalità proporrà uno spazio alternativo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

Torna su
NapoliToday è in caricamento