Le Sirene di Ulisse fanno informazione e prevenzione

Il canottaggio come terapia contro il linfedema e per la crescita fisica e morale dei giovani. Al via il primo Trofeo Fondazione Terzo Pilastro

Per un mare di benessere, da oggi e fino a domenica 16 giugno, arrivano “Le Sirene di Ulisse” con il primo Festival in dragon boat e regate di canottaggio - Trofeo Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale 2019.

Nata da un’idea dell'associazione Reali Canottieri Reggia di Caserta, presieduta da Roberta Reisino, l'iniziativa coniuga prevenzione, formazione e sport da (a)mare. I concorrenti saranno in mare tra Formia e Gaeta, con partenza da Papardò, vicino Gaeta, dalla spiaggia dell’Arenauta premiata come la più bella del Lazio. Obiettivo, ovviamente, vincere ma anche, soprattutto, fare informazione e prevenzione. Indossando un tocco pink (un foulard, un fiocco, una t-shirt), infatti, partecipano alla manifestazione anche le Donne in Rosa che, con coraggio e determinazione, hanno trasformato la loro malattia in elemento di crescita collettiva, impegnandosi attivamente in numerose iniziative. La loro scelta di partecipare a quest'evento è ben motivata: studi scientifici hanno infatti dimostrato che il movimento ritmico e ciclico della pagaiata costituisce un linfodrenaggio naturale che favorisce, di fatto, la prevenzione del linfedema, cioè il ristagno di tessuto linfatico particolarmente doloroso e frequente dopo interventi o terapie che interessano i linfonodi.

Nell'ambito dell'iniziativa, presso la Torre di Mola (antico fortilizio angioino che oggi ospita una sede museale e l’Archivio Storico Comunale) ci sarà poi l'inaugurazione del Nautilus. Il nome della struttura si rifà al sottomarino del mitico Capitano Nemo, creato dalla penna di Jules Verne, di cui riprende anche il motto: “Mobilis in mobili”, e sarà la base operativa dell'associazione presieduta dal bicampione olimpico di canottaggio Davide Tizzano.

Dal Nautilus il campione opererà per un "Mare senza barriere" - questo il titolo del programma - con il sostegno della Fondazione Terzo Pilastro e in sinergia con le scuole di Formia, per promuovere tra i giovani la cultura del remo e le attività marinaresche.

“Sono felice di contribuire a realizzare questo bellissimo progetto" ha dichiarato il Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele, presidente di Terzo Pilastro, da sempre sensibile ai temi della salute, della prevenzione e sociali.

Ad animare il weekend, infine, l’appassionante sfida in mare tra i più antichi club remieri italiani: la Reale Società Canottieri Cerea (Torino 1863) e la Società Canottieri Limite sull’Arno (Firenze 1861). Il Centro di Preparazione Olimpica “Bruno Zauli” di Formia aprirà le sue porte al Villaggio Kinder + Sport, consentendo a centinaia di ragazzini di praticare le più svariate discipline sportive: in palio la Kinder + Sport Cup e la Centennials Cup.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folla in via Toledo, da Alcott c'è Oslo de "La casa di carta"

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Lutto nel mondo della medicina napoletana, muore improvvisamente Paolo Mercogliano

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

Torna su
NapoliToday è in caricamento