Uomini: come depilarsi le zone intime

Le ricerche dicono che nel mondo occidentale alla maggior parte delle donne il partner piace con l'inguine depilato

Ricerche e sondaggi condotti tra Stati Uniti ed Europa dicono che le donne al look nature preferiscono un uomo con i peli ben regolati e disciplinati anche lì, nelle zone più intime. E basta guardarsi intorno in spiaggia, piscina o centri benessere per accorgersi che sono sempre più numerosi gli uomini con il corpo interamente rasato, dal torace alla punta dei piedi. Ma come eliminare i peli dalla zona inguinale senza traumi eccessivi e lacrime di dolore?

Come depilarsi l'inguine

Innanzitutto è fondamentale la preparazione pre-depilatoria.

Prima di affrontare i peli pubici è infatti necessario preparare adeguatamente la pelle, esfoliandola con uno scrub delicato entro non oltre le 24 ore precedenti al trattamento e idratandola regolarmente per almeno una settimana. In questo modo la zona risulterà meno reattiva al dolore e meno predisposta alla follicolite che è la più fastidiosa conseguenza dei trattamenti depilatori.

Cosa usare

I mezzi per la depilazione inguinale sono gli stessi per uomini e donne: i più pratici e semplici, come è facilmente intuibile, sono il rasoio e la crema depilatoria. Per un risultato all’altezza delle aspettative richiedono entrambi un certo tempo e, in ogni caso, costituiscono una soluzione temporanea, seguita dall’inevitabile ricrescita, in genere tra i 2 e 5 giorni.

Ci sono poi le soluzioni definitive, che consentono un’epilazione progressiva permanente, con riduzione della crescita fino all’80%: ad alta tecnologia, sempre più innovative, sono sicuramente da programmare perché richiedono diverse sedute presso un dermatologo o un centro estetico di fiducia.

Una soluzione intermedia, per i più coraggiosi, è la ceretta che, ovviamente, dovrà essere effettuata rigorosamente a freddo oppure presso un centro specializzato e a temperatura controllata.

Come fare 1) Il rasoio

Se si vuole procedere alla depilazione delle parti intime con il rasoio, ecco come fare senza errori

La pelle: per evitare fastidiose abrasioni e graffetti mai procedere su pelle asciutta né utilizzare schiuma da barba o il primo prodotto che capita a tiro in bagno.

Inumidite abbondantemente la zona e quindi, per consentire alla lama di scorrere senza nessun attrito, ungete la pelle con gel o olio specifici per la rasatura delle zone intime: quelli per il viso, infatti, in genere contengono sostanze rinfrescanti come mentolo o alcol che potrebbero provocare bruciore o irritazione sulla pelle dell’inguine, decisamente più delicata.

I peli: assicurati che siano ben oleati e ordinali in un unico verso, in modo da evitare che la lama del rasoio si blocchi o li strappi. Se sono particolarmente lunghi e ispidi, prima di passare al rasoio potrebbe essere utile una buona sforbiciata (forbici per capelli, ben affilate e disinfettate)

La scelta del rasoio: per chi preferisce gli usa e getta, in commercio si trovano ormai facilmente quelli specifici per le zone intime. Sono studiati per adattarsi al meglio alla zona e hanno impugnature ergonomiche, quindi sono più semplici da usare.

Se il rasoio che stai per utilizzare non è un modello usa e getta, prima di procedere disinfettalo bene e cambia la lama. Se hai un modello elettrico a più funzioni, regola la lunghezza del taglio per evitare di passare più volte sulla zona.  Ricorda di non sfregare la lama del rasoio con carta o asciugamani, perché perderebbe il filo.

NB: i rasoi a lama doppia costituiscono un vantaggio, perché consentono di ottenere più rapidamente il risultato

La rasatura : passa il rasoio con delicatezza, senza pressioni, mantenendo con la mano la pelle ben distesa e risciacqua spesso la zona con acqua tiepida (né troppo calda né fredda per evitare di sensibilizzare la zona) per eliminare gli accumuli di gel e peli tagliati e lubrificare. Aggiungi altro gel o olio se ti accorgi che il rasoio inizia a fare attrito o se devi passare nuovamente sulla stessa zona.

Dopo la depilazione: asciuga la parte con un panno morbido, senza sfregare e aggiungi un prodotto emolliente e lenitivo: in commercio se ne trovano di specifici, a base di sostanze naturali antiinfiammatorie

Come fare 2) La ceretta

La ceretta assicura alla depilazione una durata di circa un mese. Inutile nasconderlo: è dolorosa e va eseguita con particolare attenzione perché si tratta di una zona molto delicata e sensibilissima. La pelle va preparata con cura, utilizzando una buona crema emolliente dopo uno scrub da eseguire non meno di 24 ore prima: al momento di applicare la cera deve essere pulita e perfettamente asciutta.

Attenzione a scegliere un prodotto a freddo specifico per la zona inguinale e a seguire scrupolosamente le indicazioni presenti sulla confezione: la cera deve rigorosamente essere stesa nel senso del pelo e altrettanto rigorosamente lo strappo deve avvenire nella direzione opposta a quello del pelo e perpendicolare alla pelle.

Dopo il trattamento la zona va risciacquata abbondantemente con acqua tiepida ed è necessario applicare una crema lenitiva ed emolliente, priva di alcol.

Se invece ci si decide per una cera a caldo, è sicuramente preferibile effettuarla presso un centro specializzato: la temperatura infatti deve essere regolata con la massima attenzione e così lo strappo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento