Denti smaglianti: le regole per un sorriso perfetto

Ecco i consigli su cosa fare e cosa non fare per avere un sorriso smagliante

Per un sorriso perfetto è necessario proteggere i nostri denti che subiscono ogni giorno ripetuti attacchi da parte di acidi che ne corrodono lo smalto.

L'80% dei problemi dentali più comuni è causato proprio dall'azione degli acidi cui siamo tutti sottoposti, a qualsiasi età. E spesso ci accorgiamo troppo tardi che il nostro organismo non è in grado di rigenerare lo smalto una volta perso. Ecco allora cosa fare (e cosa non fare) per avere una dentatura perfetta e un sorriso smagliante:

1. Un’attenta igiene orale Lavare i denti con cura, al risveglio e dopo ogni pasto, cercando di non sfregare lo spazzolino con forza, per evitare lesioni o usura dello smalto, e preferendo i movimenti circolari per una maggiore efficacia. Se non hai lo spazzolino a portata di mano, prova a mangiare una mela verde e poi sciacqua la bocca con dell’acqua: ridurrai, così, l’effetto dei batteri.

2. Spazzolino e dentifricio Lo spazzolino è il tuo primo alleato: va cambiato periodicamente, almeno ogni tre mesi e, al momento dell’acquisto, è fondamentale prestare particolare attenzione alla durezza che non deve essere eccessiva. I dentifrici migliori sono quelli che a base di fluoro, che rimineralizza lo smalto e contribuisce all’eliminazione della placca dentale.

3. Filo interdentale e colluttorio Il filo interdentale (come anche gli spazzolini interdentali e gli irrigatori orali) arriva in angoli impossibili per lo spazzolino: solo dopo averlo passato potrai essere sicuro di aver eliminato tutti i residui di cibo presenti nella cavità orale che porterebbero altrimenti alla formazione di placca densa, molto dannosa per la salute dei denti. Per un'igiene perfetta, dopo spazzolino e filo interdentale, ideali i collutori ad effetto anticarie, sbiancanti o per denti sensibili che, allo stesso tempo, donano una piacevole sensazione di freschezza.

4. L’alimentazione come complemento alla salute dentale Il contributo del calcio per la formazione dei denti avviene principalmente attraverso il cibo. Cerca di far rientrare nella tua dieta quotidiana alimenti ricchi di vitamine e minerali come pesce, verdura e frutta.

5. Vai dal dentista! Una visita all’anno è importante sia come controllo di routine che per lavori di pulizia più profonda.

Abitudini da evitare Una corretta igiene orale non sempre è sufficiente a proteggere i denti. Abitudini sbagliate, a cui non facciamo neanche caso, possono danneggiare il nostro sorriso. Prevenire è sempre meglio che curare. Facendo un po’ più di attenzione, nel corso della giornata, sarà possibile sfoggiare un sorriso sano e brillante.

1. L’acqua e limone al mattino Bere un bicchiere di acqua con succo di limone al mattino, appena alzati e ancora a digiuno, è per i denti un'abitudine davvero dannosa: il ph è fortemente acido e rischia di danneggiare ed erodere lo smalto dei denti oltre che provocare problemi alle mucose gastriche.

2. Bibite gassate, dolci e sigarette Bere bevande gassate e mangiare spesso dolci provoca un'usura maggiore dello smalto dentale: anidride carbonica e zuccheri, inoltre,contribuiscono all’insorgenza delle carie. Le sigarette, oltre ad essere dannose per la salute in generale, possono danneggiare anche il sorriso: oltre a causare l'alitosi, gengiviti e rendere lo smalto giallognolo, sono uno dei fattori principali che portano alla perdita dei denti. Una doverosa precisazione sul cioccolato: quello fondente, con una quota di cacao pari all'80%, è anticarie e antibatterico.

3. Piercing I piercing orali, e in particolare i piercing sulla lingua, possono provocare diversi danni alla bocca: i denti si possono scheggiare e rovinare a causa della consistenza del materiale del piercing, che è più duro rispetto allo smalto dentale; possono danneggiare le ghiandole salivali, fino ad arrivare alla perdita del senso del gusto, o portare ad emorragie, infiammazioni della mucosa interna delle guance o delle labbra, gonfiore e infezioni. I piercing orali possono provocare inoltre una vera e propria recessione gengivale, problemi di deglutizione, di masticazione e di pronuncia.

4. Centrifughe La frutta a base delle centrifughe è spesso acida e anche frutti apparentemente innocui come mele, uva e frutti di bosco sono, in realtà, alimenti semiacidi. Meglio puntare sulle verdure a foglia verde, o, nel caso di estratti, scegliere il metodo di spremitura lenta.

5. Utilizzare i denti in modo improprio Masticare il ghiaccio, le penne o le matite, o utilizzare i denti per aprire le bottiglie o tagliare fili, spaghi e cordini sono tutte abitudini decisamente dannose per la bocca e possono portare alla rottura dei denti. Quando si mastica il ghiaccio, ad esempio, l’improvvisa contrazione dovuta al brusco sbalzo di temperatura può fratturare i denti. Avviene lo stesso mordendo continuamente penne e matite. Meglio masticare un chewing-gum allo xilitolo senza zucchero. Si terrà la bocca impegnata mentre lo xilitolo combatte gli acidi che danneggiano lo smalto. 6. Mangiare le unghie Liberarsi di questa abitudine è difficile, ma ogni volta che ti mordi le unghie non solo trasferisci in bocca i batteri presenti sulla tua mano, ma contribuisci anche a indebolire e consumare lo smalto degli incisivi. Se senti il bisogno di morderti le unghie, prova a tenere le mani occupate con un antistress.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Omicidio Scampia, cadavere trovato nel cofano di un'auto: il nome della vittima

  • Napoletana denunciata a Varese: documenti falsi per un finanziamento

  • Incidente sull'Asse Perimetrale, muore un giovane in scooter

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

Torna su
NapoliToday è in caricamento