Bellezza e terapie oncologiche: binomio possibile

Un corso di formazione preparerà le estetiste al corretto camouflage degli effetti collaterali delle terapie

Essere belle anche se in terapia oncologica è possibile, se però ci si rivolge ad esperti. Parte così dal napoletano un progetto sperimentale che consentirà di attivare, in tempi brevi, un apposito corso di specializzazione per estetiste che fornirà competenze in ordine alle tecniche più idonee per mitigare, contenere o camuffare le conseguenze sul piano estetico che costituiscono l’effetto collaterale più tipico delle cure. Oltre l’80 per cento dei pazienti oncologici, infatti, soffre di problemi a livello cutaneo, anche in caso di utilizzo dei nuovi farmaci biologici

La cosmesi specialistica costituisce una risposta efficace. Mitigare e contrastare gli effetti collaterali delle terapie, tuttavia è possibile. Da qui l’iniziativa, risultato di una forte sinergia tra la presidente del Consiglio regionale della Campania Rosa D’Amelio, l’assessore alle pari opportunità Chiara Marciani, la consigliera delegata alle pari opportunità, Loredana Raia, che aveva già portato ad un consistente stanziamento regionale (circa 300mila euro in tre anni, a partire dal 2019) per sostenere l’acquisto di parrucche da parte di pazienti oncologici.

Potrebbe interessarti

  • Sopracciglia: ecco qual è l'ultimo trend

  • Come superare la prova costume con la pole dance

  • Le 4 migliori ricette delle maschere per il viso

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 15 al 19 luglio 2019

  • Orrore San Gennaro Vesuviano, la ricostruzione dalla tragedia

Torna su
NapoliToday è in caricamento