Come perdere 9 chili in 4 settimane: arriva la dieta del Supermetabolismo

Come funziona e tutto quello che c'è da sapere sul nuovo trend in fatto di diete che ha conquistato star del calibro di Jennifer Lopez e Robert Downey Jr.

Anche se per le condizioni meteo a Napoli ancora non è così, l’estate è alle porte. Arrivare preparati alla fatidica prova bikini è ancora possibile grazie a “La Dieta del Supermetabolismo”, che ha conquistato star americane del calibro di Robert Downey Jr., Jennifer Lopez, LLCool J, Cher e Raquel Welch.

Cos'è la dieta del Supermetabolismo: è un programma nutrizionale che promette di far perdere fino a 9 kg in quattro settimane elaborato dalla consulente di benessere Haylie Pomroy, una celebrità nel campo, con un background accademico in scienze animali. La filosofia di Pomroy si basa sul motto “Food is medicine”: mangiare particolari cibi in precisi momenti della giornata accelera il metabolismo, con conseguente perdita di peso.

Nel suo libro, oltre a un dettagliato piano alimentare settimanale, Pomroy fornisce un elenco di cibi da evitare, un vademecum di ricette e - anche - la forte raccomandazione di associare diversi tipi di esercizio fisico ad ogni fase della dieta.

Vediamo nello specifico come è fatta questa dieta: Il programma è articolato in tre fasi, che si ripetono su base settimanale, per un totale di quattro settimane. Le porzioni variano in base alla fase e al peso da perdere. Minimo comun denominatore è l’obbligo di consumare 5 pasti al giorno e il divieto assoluto di assumere i seguenti alimenti:

  • zuccheri di qualunque tipo, compresi tutti gli alcolici
  • latticini
  • caffeina e teina
  • lieviti e farine di grano
  • mais e soia

Fase 1 (lunedì-martedì)

Per i promotori della dieta del Supermetabolismo, questa fase distende dallo stress e convince il corpo che deve più cercare di immagazzinare grasso. In  questi due giorni si devono mangiare proteine, frutta ad alto contenuto glicemico - come pere, mango, ananas e melone - e cereali integrali ad alto contenuto di carboidrati come farina d'avena, riso integrale, farro e pasta di riso integrale. Si tratta di alimenti pensati per stimolare la tiroide a bruciare i grassi, metabolizzare le proteine e i carboidrati in modo più efficiente e convertire lo zucchero in energia invece di immagazzinarlo come grasso. Raccomandato sport cardio. Numerose le ricette da provare inserite nel libro

Fase 2 (mercoledì-giovedì)

E' il momento di sbloccare le riserve di grasso ed incrementare la massa muscolare. Durante questi due giorni  l'alimentazione deve essere ricca - in precise quantità -  di proteine e verdure non amidacee e alcalinizzanti, ma priva di carboidrati e grassi. I cibi magri e ad alto contenuto proteico che aiutano la formazione dei muscoli includono carne di manzo, bisonte, tacchino, pesce e pollo e verdure come cavoli, broccoli, cavoli, spinaci, cetrioli e cavoli. La seconda fase è sicuramente la più difficile da superare, non solo per la completa assenza di carboidrati e grassi, ma soprattutto per la difficoltà di mangiare solo carne, pesce e verdure scondite nelle quantità indicate! Per distrarsi sarà sicuramente utile seguire il consiglio di fare almeno una sessione di sollevamento pesi per sfogarsi e bruciare gli accumuli.

Fase 3 (venerdì-domenica)

E' certamente il momento più felice della settimana, studiato per accelerare il metabolismo e la combustione dei grassi. Durante il week end, infatti, finalmente si reintegrano i grassi - quelli sani  - in pasti e spuntini mentre si consumano quantità moderate di proteine e carboidrati. Gli alimenti da mangiare in questa fase includono olio d'oliva, uova, noci, semi, cocco, avocado e olive. Imprescindibili attività rilassanti, come lo yoga, la meditazione o anche un massaggio con lo scopo di abbassare i livelli di stress e aumentare la circolazione dei composti brucia grassi.

In definitiva la dieta del supermetabolismo si presenta come una delle più equilibrate in circolazione, che non solo educa chi la segue ad una nuova comprensione del cibo e di come funziona l'organismo, ma fa perdere peso senza effetti yo-yo al reintegro degli alimenti.

Attenzione alle aspettative! Il metabolismo di ciascuno di noi funziona, infatti, in modo diverso e il risultato non è garantito per quanto è pur sempre vero che tentar non nuoce!  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento