Zielinski e Verdi nella sede de “A voce de creature” di don Luigi Merola

I calciatori del Napoli nel bene confiscato alla camorra per premiare dei ragazzini vincitori di un torneo di calcetto

Foto di Massimo Romano

I calciatori del Napoli, Piotr Zielinsky e Simone Verdi fanno visita alla fondazione “A voce de criature” del prete anti-camorra don Luigi Merola. La sede si trova a pochi passi da dove è stata ferita la piccola Noemi e accoglie tanti bambini del quartiere.

Ad attenderli c'erano proprio questi ragazzi che l'associazione, che ha sede in un bene confiscato alla camorra, cerca ogni giorno di tenere lontani dalla strada. I giocatori stanno premiando i vincitori del torneo di calcetto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

Torna su
NapoliToday è in caricamento