Sorrento: "Sposatevi ovunque ma non qui", fa discutere il divieto alla coppia gay

Vincenzo D'Andrea e il compagno Beto volevano sposarsi nel Chiostro di San Francesco - di proprietà del Comune. Ma il sindaco ha respinto la richiesta: "Troppo vicino al Monastero". Si sposeranno a Piano di Sorrento

A Sorrento una coppia gay aveva chiesto di celebrare il proprio matrimonio nel Chiostro di San Francesco - dove si celebrano circa 200 matrimoni civili all'anno. La richiesta è stata respinta e dunque la coppia (il napoletano Vincenzo D'Andrea e il suo compagno colombiano Beto) dovrà trovare un altro luogo. "Il chiostro è di proprietà del Comune, ed è attiguo al monastero francescano", spiega all'Huffington Post il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo. "Non mi sembra il caso di celebrare lì questa unione, ma c'è piena disponibilità per gli altri luoghi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vincenzo D'Andrea e Beto si uniranno civilmente il 25 luglio a Palazzo Fondi, nel vicino comune di Piano di Sorrento. Ma D'Andrea chiede chiarimenti: "Noi ci siamo rivolti allo Stato e non al Vaticano. Rivendichiamo gli stessi diritti degli altri cittadini e chiediamo uguaglianza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

Torna su
NapoliToday è in caricamento