“Zero Robotics”: gli studenti del Righi arrivano terzi

Insieme a due scuole americane, hanno creato il team “Pizza&Bacon” che ha ricevuto anche la menzione speciale

Gli studenti del Righi di Fuorigrotta sono arrivati terzi alla competizione internazionale “Zero Robotics”. Insieme ai colleghi americani di due scuole hanno formato il team “Pizza&Bacon” che è arrivato sul podio della prestigiosa competizione. Conquistata anche la menzione speciale. La competizione ha visto altri istituti italiani sul podio. Al primo posto si è qualificato il liceo scientifico Avogadro di Vercelli, sempre in coppia con un istituto americano ma da team leader, mentre al secondo posto si è piazzato il liceo Cecioni di Livorno. Un vero e proprio trionfo per gli studenti degl'istituti superiori italiani che da diversi anni di fanno valere in questa competizione.

La gara di solidarietà 

Il Righi si era classificato settimo nelle qualificazioni alle finali in cui è riuscito a scalare diverse posizioni. La scuola raggiunse la ribalta dopo aver scatenato una gara di solidarietà per permettere agli studenti di partecipare alla competizione direttamente nei laboratori del Mit di Boston. Alla spedizione hanno partecipato Mauro D’Aló, Emilia Napolano, Davide Di Pierro, Luigi Picarella e Alessia Caparro, accompagnati a Boston dai tutor Salvatore Pelella e Ciro Melcarne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

Torna su
NapoliToday è in caricamento