De Luca: “Reddito di cittadinanza finanzia la camorra”

Il governatore della Campania in radio: “Abbiamo scoperto 100mila famiglie che non ne avevano diritto”

Continuano gli attacchi al reddito di cittadinanza da parte del governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Il numero uno di palazzo Santa Lucia non ha mai fatto mistero della sua contrarietà alla misura e anche oggi ha rilasciato una dichiarazione durissima in diretta a Radio Crc.

La parole di De Luca 

"Nella nostra realtà, in troppe occasioni, il reddito di cittadinanza è stato utilizzato per finanziare la camorra, ad avere la possibilità di fare il doppio lavoro, c'è stato un processo di corruzione di massa. Abbiamo scoperto che 100mila famiglie non avevano diritto al reddito di cittadinanza. Ci vuole tanto a capire che se paghi per sei mesi persone a cui il reddito non spetta, quei soldi non li rivedrai mia più? Una grande ipocrisia. Avendo una linea di buon senso si riuscirà a modificare questa norma".

I navigator 

De Luca ha inoltre parlato anche della battaglia ingaggiata per la nomina dei navigator, in aperto contrasto con il governo nazionale. "Navigator? Abbiamo fatto esattamente ciò che avevamo detto di voler fare da tre mesi. La Regione ha preteso da Anpal l'assunzione dei dipendenti, senza firmare nessun accordo. È obbligo di Anpal utilizzare i navigator dopo averli contrattualizzati, in qualunque posto tranne che nella Regione, che non ne ha bisogno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel calcio a 5 napoletano, si è spento l'ex portiere della Nazionale Antonio Capuozzo

  • Madre e figlia dormono in auto, l'appello: "Non hanno più soldi. Sono da mesi in queste condizioni"

  • Scontro treni Metro Linea 1, feriti trasportati in ospedale

  • Lutto a Pianura: si è spento il poliziotto Gaetano Senarcia

  • Lutto nel mondo alberghiero, si è spenta Emma Naldi

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento