Su un barcone dalla Costa d'Avorio, ora fa il pizzaiolo: la bellissima storia di Mohamed

Adottato da una famiglia di Conza della Campania, in Irpinia, il 23enne ha poi frequentato un corso Aciief a Napoli

Una bella storia di integrazione e di speranza. È quella di Mohamed, ragazzo partito dall'Africa e ora maestro pizzaiolo qui da noi grazie ad un corso di formazione di Aciief svolto nel centro partenopeo di via Marina.

Ventitré anni, Mohamed è originario della Costa D’Avorio: "Ho lasciato il mio Paese per i numerosi problemi che c’erano lì – racconta – Sono riuscito ad arrivare dopo un lungo percorso in Libia, poi sono sbarcato in Sicilia attraversando il Mediterraneo su una barca. Da lì ho cambiato alcune città fino ad arrivare a Conza della Campania, in Irpinia, dove ho conosciuto la mia famiglia adottiva che mi ha accompagnato al corso di formazione per diventare pizzaiolo. All’Aciief".

Un percorso senza problemi. "Ho incontrato persone splendide – ha aggiunto ancora il ragazzo – non c’è mai stata un’incomprensione o qualche atteggiamento sbagliato".

Dolores Cuomo, direttrice di Aciief, agenzia formativa accreditata dalla Regione Campania, insiste sull’importanza della formazione per costruirsi il proprio futuro: "La formazione è la base per capire la cultura di un luogo nel quale si arriva. E quale migliore occasione che quella di imparare una nuova professione, per poi essere inseriti nel mondo del lavoro. Imparare la lingua e lavorare sono la base della vera integrazione, noi ci impegniamo su entrambi i fronti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

Torna su
NapoliToday è in caricamento