Accese le luminarie a via Duomo: partono i festeggiamenti per San Gennaro

Accensione ieri sera, sul sagrato del Duomo, con il cardinale Crescenzio Sepe e del presidente della Camera di Commercio, Ciro Fiola

Con l'accensione delle luminarie in via Duomo, avvenuta ieri sera, sul sagrato della Cattedrale di Napoli, si sono aperti ufficialmente i festeggiamenti in onore di San Gennaro, patrono di Napoli e della Campania. L'iniziativa, realizzata dalla Camera di Commercio di Napoli, attraverso la sua Azienda Speciale SI Impresa, ha l'obiettivo di offrire un segnale di vicinanza alle imprese della zona e alle loro problematiche, che punta in direzione di una riqualificazione dell'area.

Alla cerimonia hanno preso parte l'Arcivescovo Metropolita di Napoli, il Cardinale Crescenzio Sepe e del Presidente della Camera di Commercio di Napoli, Ciro Fiola, il Presidente di SI Impresa, Fabrizio Luongo, rappresentanti del consiglio dell'ente camerale, dei commercianti e numerosi cittadini. "Grazie al Presidente Fiola e alla Camera di Commercio di Napoli, si riprende una tradizione interrotta 70 anni fa - ha detto Sepe - E' una iniziativa coraggiosa e importante per la ricorrenza di San Gennaro e per tutta la città". 

Dal canto suo, Fiola ha annunciato la volontà di rinnovare anche in futuro questo evento. "Per i commercianti di via Duomo e delle strade vicine è una boccata d'ossigeno - ha spiegato - E la Camera di Commercio è vicina alle imprese e ad un territorio che ha tanto sofferto. L'intento è far rivivere commercialmente quest'area. Rinnovo l'invito a tutti i fedeli, ai cittadini, ai visitatori che giungeranno qui per i festeggiamenti di San Gennaro, a scoprire o riscoprire questo pezzo di Napoli, la sua storia, i suoi monumenti e l'offerta del suo centro commerciale naturale".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

Torna su
NapoliToday è in caricamento