Domenico Vergara: l’innovazione a supporto della sicurezza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Quanto il diritto alla sicurezza sia bene inoppugnabile per tutti e quanto necessiti di essere accessibile, altrettanto obiettivo fondamentale per Domenico Vergara a capo della Prestige leader nel campo della vigilanza privata dedicata non solo all’ambito commerciale, ma anche e soprattutto alla persona nel proprio quotidiano. È in questa ottica che un’azienda importante come la Prestige, in continua evoluzione abbia deciso di accostare ai propri servizi attivi dal 1993, un’applicazione moderna, dinamica, all'avanguardia senza dimenticare l’elemento fondamentale: l’accessibilità per chiunque senta il bisogno di essere protetto in ogni ambito. My Prestige il nome, un’applicazione per smartphone che «riteniamo possa essere un supporto efficace -spiega Domenico Vergara- se pensiamo ai troppi casi di femminicidio ad esempio. Un’applicazione quindi, con una importante rilevanza sociale.» Ma cos’è My Prestige? Un congegno discreto della dimensione di un bottone, un piccolo dispositivo indossabile da poter tenere in tasca, all'interno di portachiavi o addirittura inserito in supporti che fungono da bracciale. Il dispositivo si può acquistare o prendere in comodato d’uso e vincolato ad un contratto, è collegato ad una centrale operativa. Tramite un sistema d’allarme, allerta una rete di sicurezza che permette di agire immediatamente. Coprendo la Prestige grandi spazi da Lombardia a Lazio, Campania, Puglia si può avere una possibilità di intervento capillare ed efficace. Un sistema dedicato a chiunque, dall'imprenditore, al rappresentante, dall'autista di un furgone che viaggia magari di notte, al genitore con la necessità di una rassicurazione familiare. Chiunque abbia bisogno di un pronto intervento immediato in una situazione di pericolo può affidarsi alla certezza di un’azione pronta, può ad esempio oltre a lanciare un allarme in modalità discreta e silenziosa, scattare foto o fare filmati da inviare alla centrale operativa che allerterà le forze dell’ordine e avrà un materiale importante e concreto in caso di testimonianze necessarie. Un prodotto che ci si augura diventi sempre più usuale e in larga scala possa davvero raggiungere l’obiettivo prefissato, rendere la sicurezza alla portata di tutti perché come aggiunge Vergara: «La sicurezza non deve essere considerata un lusso per pochi».

Torna su
NapoliToday è in caricamento