Pizza più buona d'Italia: Napoli battuta da Caserta

Le migliori pizzerie sono “Pepe in Grani” a Caiazzo e “I masanielli” a Caserta. La prima napoletana è 50 Kalò

Caserta strappa lo scettro di miglior città della pizza a Napoli e ancora una volta piazza in testa alla classifica delle 50 pizzerie migliori d'Italia un suo locale. Sono due in realtà a vincere a parimerito il riconoscimento nella classifica 50Top Pizza, la guida online arrivata alla sua terza edizione. Al teatro Mercadante di Napoli si sono incontrati tutti gli esperti del settore per incoronare “Pepe in grani” e “I masanielli” come le migliori pizzerie italiane. 

Le napoletane 

La prima napoletana è “50 Kalò” che si piazza al terzo posto così come quarta finisce Gino Sorbillo con la sua storica pizzeria ai tribunali. Tante “straniere” in classifica con un totale di 17 campane su 50. Quest'anno è stato dato anche il premio alla miglior pizzeria all'estero conferito a “50 Kalò London” di Ciro Salvo. Ecco la classifica italiana completa:

Primo posto parimerito- I Masanielli di Francesco Martucci, Caserta / Pepe in grani, Caiazzo (CE)
3- 50 Kalò, Napoli
4- Pizzeria Gino Sorbillo ai Tribunali (Premio Modello d’ispirazione)
5- I tigli, San Bonifacio (VR)
6- Francesco&Salvatore Salvo, Napoli (Pizza dell’anno: la Cosacca)
7- Pizzaria La Notizia 94, Napoli
8- Seu Pizza Illuminati, Roma (Pizza Vegana dell’anno) (Premio pizzaiolo dell’anno)
9- Casa Vitiello, Tuoro (CE)
10- La Gatta Mangiona, Roma
11- Pizzaria La Notizia 53, Napoli
12- Renato Bosco pizzeria, San Martino Buon Albergo (VR)
13- Starita a Materdei, Napoli
14- Berberè, Castel Maggiore (BO) (Migliore carta dei vini)
15- Da Zero, Milano
16- Francesco&Salvatore Salvo, San Giorgio a Cremano (NA)
17- Cocciuto, Milano (Premio performance dell’anno. new entry più alta)
18- La Masardona, Napoli
19- Patrick Ricci, Terra, grani, esplorazioni, San Mauro Torinese (TO)
20- Pignalosa Pizzeria, Salerno
21- 10 Diego Vitagliano, Bagnoli (NA) (Premio miglior proposta Gluten FREE)
22- Pizzeria Apogeo, Pietrasanta (LU)
23- ‘O scugnizzo, Arezzo (Migliore Carta delle birre)
24- In Fucina, Roma
25- Da Attilio, Napoli
26- O’ Fiore mio, Faenza (Migliore carta degli Oli)
27- Carlo Sammarco pizzeria 2.0, Frattamaggiore (Premio frittatina dell’anno)
28- Tonda, Roma
29- Da Lioniello, Succivo (CE) (Premio novità dell’anno)
30- Pizzeria da Ezio Alano di Piave (BL) (Premio innovazione e sostenibilità)
31- Piccola Piedigrotta, Reggio Emilia
32- Dry, Milano
33- I Masanielli di Sasà Martucci- Caserta
34- Grigoris, Mestre
35- Officine del cibo, Sarzana (SP)
36- Fandango Racconti di grano, Scalera (PZ)
37- Enosteria Lipen, Triuggie (MB)
38- Giangi Pizzeria Gourmet, Arielli (CH)
39- Frumento, Acireale
40- Framento, Cagliari
41- La Braciera, Palermo
42- Marghe, Milano
43- Osteria di Birra del borgo, Roma
44- Osteria Pizzeria Per Bacco, La Morra (CN)
45- 400gradi, Lecce
46- Pupillo Pura Pizza, Priverno (Premio Identità Territoriale)
47- Lievito Madre al Duomo, Milano
48 - Isabella De Cham Pizza Fritta, Napoli
49- Pizzeria Mamma Rosa, Ortezzano Marche
50- Sbanco (Miglior Fritto), Roma

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

Torna su
NapoliToday è in caricamento