“Sono io Liberato”: una nuova ipotesi corre sul web

Provocazione o coming out? Un post su Facebook di un organizzatore di eventi musicali fa discutere

Una provocazione o la rivelazione di un segreto durato oltre due anni. Sta facendo il giro della rete il post di Massimo Loffredo, napoletano attivo da anni nel campo della musica e dell'organizzazione di eventi. Ha scritto, senza troppi giri di parole, “Io sono Liberato” scatenando una marea di commenti di amici e conoscenti. C'è chi ci ha creduto, ritenendolo all'altezza della realizzazione di un progetto così ben strutturato, chi invece ha pensato stesse scherzando e che volesse semplicemente provocare il popolo di Facebook. 

La cosa certa è che il suo post sta facendo discutere a pochi giorni dalla fine del Festival di Sanremo durante il quale è stato presentato il libro di Gianni Valentino, “Io non sono Liberato”, e tra gli artisti in gara c'era anche Livio Cori, secondo molti la vera voce di Liberato. Per dimostrarlo è stata realizzata anche una perizia fonica e le voci durante il festival si sono rincorse a una velocità incredibile. Forse per questo l'autore del post ha deciso di venire allo scoperto oppure ha scelto proprio questo momento per lanciare una provocazione. Annunciata anche una conferenza stampa per giovedì 14 febbraio anche se non si conoscono i dettagli. 

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Morto durante il viaggio di nozze, la moglie: "Non inviate più soldi"

  • Dramma in vacanza a Mykonos, muore napoletano di 22 anni

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Tragedia all'isola d'Elba: napoletano trovato morto nella casa in cui era in vacanza

Torna su
NapoliToday è in caricamento