Lavoro, Italo assume 30 Operatori di Impianto

Anche Napoli tra le sedi di lavoro. I candidati selezionati inizieranno a gennaio 2020 il percorso di formazione

Italo apre nuovamente le assunzioni per 30 nuovi Operatori di Impianto facendo crescere la propria squadra che vanta circa 1300 lavoratori con un’età media di 33 anni.

Il ruolo dell’Operatore di Impianto è fondamentale per l’azienda, perché responsabile della movimentazione del treno fra gli impianti di manutenzione e le stazioni di partenza dei convogli. Inoltre esegue controlli tecnici e di preparazione del treno per l’entrata in servizio e verifica l’operato dei fornitori esterni.

I candidati che verranno selezionati inizieranno a gennaio 2020 il percorso di formazione che avrà una durata di circa 5 mesi in Stage con rimborso spese ed alloggio.

L’Operatore di impianto rappresenta un ruolo chiave per crescere all’interno dell’azienda, in particolare per tutti coloro che vorranno in seguito diventare Macchinisti. Le risorse che conseguiranno le abilitazioni al ruolo, verranno assunte successivamente a tempo indeterminato.

Saranno Roma, Napoli, Milano e Venezia le sedi di lavoro per chi entrerà in Italo. Per questo motivo la società organizzerà career day dedicati sul territorio, per incontrare i candidati e dare la possibilità a tanti ragazzi di conoscere direttamente l’azienda. Tutti coloro che vorranno partecipare alle nuove selezioni per lavorare in Italo non dovranno fare altro che visitare il sito www.italospa.italotreno.it ed accedere alla sezione LAVORA CON NOI.

Nuove assunzioni che coincidono con i nuovi scenari che Italo ha davanti a sé per il futuro: entro inizio 2020 entreranno in servizio altri 10 treni Italo EVO (portando così la flotta complessiva a 47 treni) e nuove città stanno per entrare nel network dal 1 Settembre 2019 come Udine, Pordenone, Conegliano e Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Coronavirus cinese: le istruzioni del Ministero della Salute

  • Allarme Coronavirus: i medici napoletani chiamati all'aeroporto di Fiumicino

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

  • "Non voglio andare al Loreto Mare, portatemi al Cardarelli": paziente prende a testate l'autista del 118

Torna su
NapoliToday è in caricamento